Tbilisi (AsiaNews) – Si è tenuta nella capitale della Georgia una grande manifestazione a sostegno di Mikhail Saakašvili. Le autorità georgiane hanno incarcerato l’ex presidente per accuse precedenti al suo rientro nel Paese, avvenuto il 2 ottobre in concomitanza delle elezioni parlamentari. Il 14 ottobre in piazza sono scese migliaia di sostenitori del fondatore del partito filo-occidentale del Movimento nazionale, che non è riuscito a rovesciare le parti nel confronto con i filo-russi al potere del Sogno georgiano.

segue
 
Nove puntualissimi «Voglio chiedere, in nome di Dio» ai quali si aggiungono altre due richieste altrettanto precise a governi e leader religiosi. Il videomessaggio che Papa Francesco ha rivolto ai Movimenti popolari segna un’altra tappa nell’impegno della Chiesa per favorire un cambiamento del paradigma economico-finanziario dal basso attraverso la valorizzazione delle istanze popolari, dei corpi intermedi, degli “scartati” dal sistema. E questa volta l’appello è ancora più radicale, come se si trattasse di una corsa contro il tempo per evitare il baratro: nuove e ancor più tragiche crisi e una terza guerra mondiale.
 
ANDREA TORNIELLI
 

Non musulmani in Cina, ma musulmani cinesi

Il frate minore Carlo Orazio da Castorano (1673-1755) è molto importante per comprendere l'intricata vicenda dei riti cinesi che vide confrontarsi e scontrarsi francescani e gesuiti. 
 
Baghdad (Agenzia Fides) – La liturgia non è “la rappresentazione di uno show”, ma è “la più forte espressione della fede viva della Chiesa”, opera di Cristo stesso che attraverso di essa “ci chiama a inserirci nel suo mistero pasquale”. Lo ribadisce il Cardinale iracheno Luis Raphael Sako, Patriarca della Chiesa caldea, in un articolato intervento diffuso dai canali di comunicazione ufficiali del Patriarcato come contributo al processo di aggiornamento liturgico in atto in quella compagine ecclesiale.
Nella prima parte del suo intervento, il Patriarca Sako delinea la natura propria ... segue
 
(Peter Anderson) During this last week, there were three important inter-religious events in Rome with significant Orthodox participation in all of them.  On Monday, October 4, there was the meeting Faith and Science: Towards COP26.  This meeting was described in my last report.  On Tuesday, October 5, there was the meeting of 19 representatives of the world’s religions in the Vatican’s Apostolic Palace on the subject Religions and Education: Towards a Global Compact on Education.  On the next two days, there was the program, organized by the Sant’Egidio Community on the subject Religions and Cultures in Dialogue:  Peoples as Brothers, Future Earth.  The latter program culminated on October 7 with a prayer for peace at the Colosseum.  Pope Francis and Ecumenical Patriarch Bartholomew had important roles in all three meetings.  Metropolitan Hilarion (Moscow Patriarchate) has significant parts in the first two meetings. Metropolitan Antony of Korsun and Western Europe represented the Moscow Patriarchate at the third event.  Archbishop Justin Welby of Canterbury spoke at the first and third events, and Patriarch Catholicos Karekine II (primate of the Armenian Apostolic Church) spoke at the third event.  Angela Merkel, Chancellor of the German Federal Republic, was one of two major speakers at the closing ceremony at the Colosseum on October 7.

read more
 
Con la messa in basilica, celebrata da Papa Francesco, si apre ufficialmente oggi, in Vaticano, il Sinodo dei vescovi sul tema “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”. Il patriarca latino di Gerusalemme, Pierbattista Pizzaballa, spiega al Sir come sarà coinvolta la Chiesa madre di Gerusalemme
seguesegue
 
"La Guardia costiera libica ha salvato lunedì una barca di legno rotta che trasportava 140 migranti e ha trovato 15 cadaveri a bordo mentre si dirigevano verso le coste dell'Ue": è scritto in un tweet della stessa Guardia costiera. In un breve video si vedono i cadaveri sul ponte della barca e persone che ne estraggono alcuni da due boccaporti.

segue
 
Il cardinale segretario di Stato sul grande scrittore russo Pubblichiamo l’indirizzo di saluto del cardinale segretario di Stato, pronunciato il 5 ottobre presso l’Aula Benedetto XVI del Campo Santo Teutonico in occasione della presentazione del volume di Vladimir Solov’ëv Fëdor Dostoevskij (Cantagalli, 2021, pagine 88, euro 9,90) uscito per il bicentenario della nascita del grande scrittore russo. Erano presenti il Metropolita Hilarion di Volokolamsk,  l’ambasciatore della Federazione Russa presso la Santa Sede, Alexander Avdeev, il padre Abate Mauro Giuseppe Lepori e il professor Pierluca Azzaro, curatore del libro. 
 
Varsavia, 11. La Polonia dice no allo strappo con Bruxelles e rivendica le proprie radici europee. Migliaia di persone sono scese in piazza, ieri, in almeno trenta città polacche per manifestare a favore dell’integrazione europea. Un segnale forte, dopo la controversa sentenza della Corte costituzionale polacca sul primato della legge nazionale rispetto al diritto europeo.
 

In udienza dal Papa il presidente dell'Armenia

Vatican News
 
Next weekend, the Patriarch of the Serbian Orthodox Church Porfirije will visit the Metropolitanate of Dabro-Bosnia on the occasion of 50 years of monastic and 30 years of episcopal service of Metropolitan Chrysostom.
 
JERUSALEM, Monday, October 11, 2021 (WAFA) – The Patriarchs and Heads of Churches in Jerusalem today condemned the city’s Israeli Magistrate Court’s decision to allow Jews to pray "silently" in Al-Haram Al-Sharif, which houses Al-Aqsa Mosque and the Dome of the Rock, the third holiest site in Islam, considering the decision as an offense on the sole rights of Muslims in the entire compound.

read more
 
Il Gruppo Misto di Lavoro  Ortodosso-Cattolico Sant'Ireneo ha tenuto il suo diciasettesimo incontro annuale dal 6 al 10 ottobre 2021 a Roma, presso l'Istituto di Studi Ecumenici della Pontificia Università San Tommaso d'Aquino (Angelicum). L'incontro è stato co-presieduto da parte ortodossa dal Metropolita Serafim (Joantă) della Germania, Europa centrale e settentrionale (Chiesa ortodossa rumena), e da parte cattolica dal Vescovo Gerhard Feige di Magdeburgo.
 
Citing the words of the Archbishop of the Anglican Church, the Primate of the African Orthodox Church pointed out that “the division of churches and people is a luxury.
 
Le chef de l’Église maronite Béchara Raï a appelé dimanche le gouvernement à préserver l'indépendance du Liban, mettant en garde contre des aides qui "cacheraient une volonté de dominer le pays", dans une critique à peine voilée contre l'Iran au lendemain de la visite de son ministre des Affaires étrangères à Beyrouth. Le patriarche a également appelé la communauté internationale à superviser les législatives prévues en 2022, appelant le gouvernement à les tenir selon les délais constitutionnels.

read moreread more
 
ROMA, 9 ottobre 2021 (WAM) - Lo sceicco Nahyan bin Mubarak Al Nahyan, ministro della tolleranza e della convivenza, ha incontrato Sua Eminenza il dottor Ahmed el-Tayeb, il grande imam di Al-Azhar e presidente del Consiglio musulmano di Anziani, e Sua Santità Papa Francesco, Capo della Chiesa Cattolica, a margine dell'incontro internazionale organizzato dalla Fondazione Sant'Egidio per la Pace e il Dialogo a Roma, Italia.
 
Baghdad (Agenzia Fides) – Mentre i cittadini iracheni si preparano a recarsi alle urne per eleggere i 329 membri del nuovo Parlamento, il Patriarcato caldeo unisce la sua voce a quella del Grande Ayatollah Ali al Sistani, che in precedenza aveva sottolineato l’urgenza e l’opportunità di onorare l’appuntamento elettorale in agenda domenica 10 ottobre. In una dichiarazione firmata dal Patriarca caldeo Luis Raphael Sako, si richiama il precedente appello del Grande Ayatollah sciita, definendolo “la Guida Suprema”, che aveva esortato la popolazione irachena alla “partecipazione consapevole e responsabile” al voto, indicandola come “la via più sicura per indirizzare il Paese verso un futuro migliore”.
seguesegue
 
Salvatore Cernuzio – Città del Vaticano
 
«Il valorosissimo soldato di Cristo passava per città e castelli annunciando il Regno dei cieli, la pace, la via della salvezza, la penitenza in remissione dei peccati; non però con gli artifici della sapienza umana, ma con la virtù dello Spirito (1 Corinzi, 2, 4) [...]. Uomini e donne, chierici e religiosi accorrevano a gara a vedere e a sentire il Santo di Dio, che appariva a tutti come un uomo del mondo futuro. Persone di ogni età e sesso venivano sollecite ad ammirare le meraviglie che il Signore di nuovo compiva nel mondo per mezzo del suo servo».
 
La Universidad Francisco de Vitoria de Madrid, centro católico que cuenta con más de 8.000 alumnos, ha decidido investir como Doctores Honoris Causa al coiniciador del Camino Neocatecumenal, Kiko Argüello, y al gran rabino David Rosen. Tal y como informa esta institución el acto se celebrará el próximo 25 de octubre a las 19.00.
 
VATICAN CITY, Oct 3 (Reuters) - The Vatican hopes a meeting where world religious leaders will take a common stand on the environment can "raise ambitions" on what can be achieved at next month's U.N. Climate Change Conference, its foreign minister says.

read more
 
Le patriarche maronite dénonce les ingérences politiques dans l'enquête sur l'explosion au port de Beyrouth.  --  Le patriarche maronite Béchara Raï a appelé dimanche le gouvernement de Nagib Mikati à "faire face aux forces qui tentent de le contrôler", alors que cette équipe a été désignée le 10 septembre suite à un accord entre les partis traditionnels au pouvoir dans un Liban en plein effondrement économique.

read more
 
Addressing the large audience in French, he described the current state of international concern and called for solidarity, openness, responsibility and joint action.
 
Il presidente Abdel Fattah al Sisi vuole realizzare nuove strutture detentive, nell'ambito del suo piano per "proteggere i diritti umani". Ma è solo un'operazione di facciata.  --  Pochi giorni dopo aver lanciato la prima strategia nazionale per i diritti umani, durante un'intervista trasmessa in tv il 15 settembre, il presidente Abdel Fattah al Sisi ha annunciato l'inaugurazione del più vasto complesso carcerario d'Egitto.
 
"La situazione dei richiedenti asilo al confine tra Polonia e Bielorussia è raccapricciante, i diritti umani non esistono più: il governo polacco li considera migranti irregolari e gli agenti di frontiera sono autorizzati a respingerli verso la Bielorussia. Riceviamo anche denunce di smartphone distrutti. I poliziotti costringono queste persone ad andare addirittura verso una zona boscosa tra Polonia, Bielorussia e Lituania dove solo persone esperte sanno orientarsi. Senza i cellulari, i profughi non possono chiedere aiuto e così si perdono: a volte vengono tratti in salvo, a volte trovati morti". E' questo il racconto che Olga Bibbiani fa all'Agenzia Dire.
 
Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano
 
Salvatore Cernuzio - Città del Vaticano
 
Con il fascicolo 1/2021 la rivista «Prospettiva Persona», cambia abito, si presenta con una veste grafica diversa ed entra nel circuito delle riviste accademiche su piattaforma digitale. È questa l’occasione per un momento di riflessione su alcune questioni legate al personalismo che ha visto diversi studiosi coinvolti tra cui il direttore della rivista, Flavio Felice.
 
(orientecattolico) Nella mattina di venerdì 1 ottobre ha avuto luogo l'inaugurazione dell'Anno Accademico del Pontificio Istituto di Studi Arabi e d'Islamistica. La santa Messa di invocazione allo Spirito Santo è stata presieduta dal Cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, invitato dalle Autorità Accademiche per l'occasione. Nel saluto iniziale, il Preside p. Diego Sarrio ha messo in luce i motivi della presenza del Porporato, in quanto Membro della Congregazione per l'Educazione Cattolica e del Pontificio Consiglio per il Dialogo Inter-Religioso, istituzioni di riferimento del PISAI. Il Cardinale Sandri, all'inizio dell'omelia, ha inoltre ricordato il vincolo delle Chiese Orientali Cattoliche con lo stesso PISAI, al quale infatti viene concesso un sussidio annuale dal bilancio del Dicastero. E' stata anche l'occasione per ricordare un ex-alunno del PISAI, il beato Christian de Cherge, Priore del Monastero di Notre Dame de l'Atlas a Tibhirine, nel venticinquesimo anniversario del martirio: toccante è stato l'incontro al termine della celebrazione con un collaboratore dei monaci che ne ritrovò i resti mortali dopo la loro uccisione, la cui figlia ora è studente presso il PISAI. Al termine della celebrazione il Cardinale ha voluto salutare gli studenti e il resto della comunità accademica, in particolare i docenti appartenenti alle Chiese Orientali Cattoliche: due melkiti della Siria, una maronita del Libano e una Caldea dell'Iraq.   Link alla cartella condivisa con il testo integrale dell'omelia e alcune foto