Ci uniamo spiritualmente al cammino di intercessione dei fratelli libanesi . OraproSiria  
 

Franz Jägerstätter: un contadino contro Hitler

È una figura che difficilmente lascia indifferenti quella di Franz Jägerstätter, il contadino austriaco martirizzato per aver osato sfidare Adolf Hitler.  --  Così deve aver pensato anche Terrence Malick, il grande regista americano che ha voluto immortalarne l’esistenza nel suo ultimo capolavoro: La vita nascosta – Hidden Life, vincitore di due premi a Cannes nel 2019.  --  Proprio in questi giorni il giornalista bolzanino Francesco Comina ha pubblicato Solo contro Hitler (Emi), una appassionata biografia di Jägerstätter, beatificato nel 2007 da papa Benedetto XVI. Sono pagine che ci fanno scoprire, anche grazie alla scrittura elegante dell’autore, una storia d’amore, di fede e di coraggio che vale la pena d’essere raccontata.
 
Multan (Agenzia Fides) - “È nostra priorità formare docenti di religione e catechisti con gli insegnamenti autentici della Chiesa, e aiutarli ad apprendere e a proclamare l'annuncio della fede. In questo corso intensivo, organizzato appositamente per insegnanti di religione e catechisti cattolici, il nostro obiettivo è quello di formarli anche alla luce del nuovo Curriculum Nazionale Unico (Single National Curriculum, SNC), offrendo la giusta e completa formazione ai nostri insegnanti, al fine di soddisfare le esigenze delle scuole e dei college governativi e statali. Allo stesso tempo, questa iniziativa andrà anche a beneficio delle nostre scuole cattoliche, per far sì che i docenti ben formati possano insegnare il Catechismo della Chiesa Cattolica”: è quanto dice all'Agenzia Fides il domenicano p. Jamshed Albert OP, Direttore dell'Istituto Pastorale di Multan, che ha organizzato uno speciale Corso di formazione per catechisti e insegnanti di religione.

segue
 
Il10 ottobre la nazione alle urne per il rinnovo del Parlamento in un clima di sfiducia. La nuova Camera chiamata a scegliere il primo ministro e il presidente. Diverse le questioni irrisolte, dalla morte di attivisti alla corruzione diffusa. Rihan Hanna Ayoub esclude svolte radicali, ma condivide l’appello del patriarca alla partecipazione. Escluso uno scenario afghano per il Paese.

segue
 
VII edizione
 
Auditorium Museo dei Cappuccini – via Kramer 5, Milano
 
Il presidente tunisino Kaïs Saïed ha incaricato Néjla Bouden di formare il governo. Lo rende noto uno stringato comunicato della Presidenza precisando che tale decisione è stata adottata ai sensi dell'articolo 16 del decreto presidenziale 117 relativo alle misure eccezionali.
 
Antelias (Agenzia Fides) – Le domande e anche le incertezze che aleggiano sul futuro dei cristiani in Medio oriente “non sono innanzitutto una questione di numeri, anche se i numeri sono importanti, ma sono una questione di fede”. Lo sostiene l’Arcivescovo palestinese Michel Sabbah, Patriarca emerito di Gerusalemme dei latini, prendendo spunto dalle tante sollecitazioni contenute nel documento “noi scegliamo la vita” sulla condizione e le prospettive future della presenza cristiana in Medio Oriente, curato dall’équipe ecumenica di teologi e studiosi Nakhtar al Hayat (vedi Fides 28/9/2021).

segue
 
Patna (AsiaNews) - Un ragazzo dalit cristiano di 14 anni è morto nello Stato indiano del Bihar per le conseguenze di un'aggressione con l'acido. La polizia, però, preme per classificare l'episodio come un "suicidio", per non indagare su un probabile movente legato all'estremismo indù.  --  A denunciare la vicenda è stato il quotidiano The Telegraph India che ha raccolto la storia di Nitish Kumar, uno studente dell'ottava classe del distretto di Gaya. Nitish è morto domenica in un ospedale di Patna dopo aver lottato per più di un mese con le gravi ustioni riportate su più del 70% del corpo. Nonostante il decesso le autorità non hanno voluto aprire alcuna indagine, sostenendo che il ragazzo si sia dato fuoco dopo un litigio in famiglia "dovuto al taglio dei capelli". Il fratello maggiore Sanjeet racconta però un'altra verità, fatta di minacce sempre più gravi ricevute negli ultimi mesi dai fondamentalisti indù. E di sconosciuti che la mattina dell'11 agosto - mentre insieme stavano andando a comprare della verdura - avrebbero gettato da una motocicletta dell'acido contro il ragazzo.
segue
 
Su domanda del mio amico don Francesco Strazzari vorrei offrire un piccolo contributo pratico sulla prassi del presbiterato celibe e uxorato nelle Chiese orientali cattoliche e ortodosse.  --  Il presbiterato celibe e uxorato è una prassi antica in Oriente. Nelle Chiese orientali coesistono i due modelli: sacerdoti celibi e sacerdoti sposati. Talvolta lo sposato risulta superiore nella sua testimonianza, nell’amore, nell’onestà e nell’umiltà…  --  Personalmente ho ordinato dieci preti sposati, sono molto bravi e sono fiero di loro. Questi preti, prima della loro ordinazione, hanno frequentato gli studi e hanno una solida formazione umana, teologica e pastorale

segue
 
Adriana Masotti - Città del Vaticano
 
ABU DHABI, 27th September, 2021 (WAM) -- Sheikh Nahyan bin Mubarak Al Nahyan, Minister of Tolerance and Coexistence, today received at the ministry Monsignor Dr. Yoannis Lahzi Gaid, former personal secretary to His Holiness Pope Francis, and member of the Higher Committee of Human Fraternity. --   At the start of the meeting, Sheikh Nahyan bin Mubarak welcomed Gaid, praising his role in preparing the historical Document on Human Fraternity (DHF) that was signed by His Holiness Pope Francis, Head of the Catholic Church, and His Eminence Dr. Ahmad Al Tayeb, Grand Imam of Al Azhar Al Sharif, in Abu Dhabi DHF aims to strengthen human relations and build bridges of communication and harmony among nations.

read more
 
Si avvia alla conclusione il mandato di Oren David, ambasciatore d’Israele presso la Santa Sede.
Cinque anni di intenso lavoro ripercorsi in questa intervista con Pagine Ebraiche.
Il diplomatico traccia un bilancio positivo della sua esperienza, esprimendo l’auspicio che tra i due Paesi prosegua la “via del dialogo e dell’ascolto”. Un percorso che David definisce “consolidato”.

segue
 
(Cong. Chiese Orientali) Il Santo Padre ha nominato il Cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, suo Inviato Speciale in occasione delle celebrazioni del bicentenario dell'Indipendenza del Messico.
Il Porporato è giunto a Città del Messico sabato 25 settembre, accolto dal Nunzio Apostolico S.E. Mons. Franco Coppola, dal Consigliere Mons. Roberto Lucchini e dal Segretario don Ante Vidovic. Dopo un tempo di riposo in Nunziatura, il Cardinale ha avuto un colloquio telefonico per salutare il Presidente della Conferenza Episcopale del Messico, quindi la delegazione si è recata per un momento di preghiera riservato presso il Santuario della Madonna di Guadalupe.
Nella mattina di domenica 26 settembre il Cardinale Sandri ha presieduto la solenne celebrazione capitolare, concelebrata dal Nunzio Apostolico e dai Canonici del Santuario, e ha tenuto l'omelia.
Nel pomeriggio, previsto invece un incontro con l'Arcivescovo di Città del Messico, Cardinale Carlos Aguilar Retes.
Le celebrazioni e gli incontri proseguiranno nelle giornate di lunedì e di martedì, di cui si darà in seguito notizia.

Link alla cartella condivisa con l'Omelia in spagnolo e italiano, fotografie e breve video della celebrazione.
 
Antonella Palermo - Città del Vaticano
 
Of all the speeches, homilies and documents that issue from Pope Francis, my favorite have become the transcriptions of his meetings with local Jesuits on his apostolic visits around the globe, transcripts then published by Civilta Cattolica. They are akin to the conversations after a holiday meal, when the unpleasant cousins have departed and only your dearest friends or relatives remain, and you are pouring the second or third round of after-dinner drinks: frank and familiar, sometimes a little edgy, often funny and always illuminating. --   Last week, Civilta published the transcript of the latest such meeting, with 63 Jesuits in Slovakia. The exchange provided a window into the Holy Father's thoughts on a variety of topics, but the most newsworthy were his comments about EWTN.

read more
 
Benedetta Capelli – Città del Vaticano
 
Giancarlo La Vella – Città del Vaticano

segue
 
Vatican News – L’Osservatore Romano
 

A MILANO - volontariato per la TERRASANTA




------------------ Visualizza nel tuo browser Ciao, Maurizio!

Siamo lieti di invitarti alla XIV Giornata delle Associazioni di Terra Santa che si terrà a Milano, nella Sala San Bernardino del Convento di Sant'Angelo, e in diretta streaming, sabato 30 ottobre 2021.   «Da lui proviene la mia speranza»
Testimonianze di speranza cristiana in Terra Santa
Programma:

10.00 – Saluti iniziali
Giuseppe Caffulli, giornalista, direttore della rivista Terrasanta

10.15 – Riflessione introduttiva sul tema della Giornata
Fra Matteo Brena, commissario di Terra Santa della Toscana

11.15 – Pausa

11.30 – «I semi di speranza dopo il viaggio del Papa in Iraq»
P. Georges Jahola, sacerdote iracheno siro-cattolico, comitato per la ricostruizione di Baghdeda (Qaraqosh)

12.00 – «Jihadismo e riscatto dei bambini soldato»
Fra Stefano Luca, cappuccino, docente di Islamistica, formatore di teatro sociale

12.30 – Pranzo insieme (facoltativo, prenotazione all’atto dell’iscrizione)

14.00 – Interventi liberi delle Associazioni partecipanti: idee, proposte, richieste per migliorare il servizio in Terra Santa

14.30 – «Opere di misericordia a Betlemme»
Federico Bonechi, responsabile della Misericordie Toscana e referente delle Misericordie a Betlemme

15.00 – «L’ospedale italiano di Karak in Giordania»
Suor Adele Brambilla, missionaria comboniana, direttrice dell’ospedale pediatrico di al-Karak, Giordania

15.30 – Pausa

15.45 – Riflessione conclusiva
P. Francesco Patton, Custode di Terra Santa

16.30 – 16.45:  Interventi e domande conclusive

17.30 – Santa Messa celebrata da p. Francesco Patton, presso la chiesa di Sant’Angelo, Milano ISCRIVITI ORA  
 
"Sempre / sempre / nella preghiera / sarò un grazie a Te, Signore, / perché la vita è passata / tutta sotto la tua mano. / Ho amato il più possibile; / la mia ricompensa è stata la pace". Questi versi di Tatiana Nikolaevna Grimblit, composti nel 1931, riassumono bene tutta la sua esistenza.
 
Lo chiamano l'Antonio Gramsci d'Egitto. E non a caso, il 26 novembre 2019, dalla cella di una prigione ha fatto sapere: "Certo, mi sforzo di applicare la teoria di Gramsci riguardo 'il pessimismo della ragione e l'ottimismo della volontà', ma qui c'è una tale negazione della volontà che devo fare esercizio di ottimismo della ragione prima di incasinare i miei compagni".  --  Chi scrive è Alaa Abd el-Fattah, nato a Il Cairo nel 1981, blogger e attivista politico, uno dei protagonisti della rivoluzione di piazza Tahrir del 2011. Ritenuto da Amnesty International un "prigioniero di coscienza", è sicuramente il più famoso tra le migliaia di detenuti politici nelle carceri egiziane.

segue
 
Il 23 settembre si è tenuto un incontro da remoto che segna la ripresa dei lavori della settima fase del Dialogo internazionale cattolico pentecostale che ha per tema generale “Lex orandi lex credendi”.  -- L’incontro è presieduto da parte cattolica dal Vescovo Joseph Bambera, Diocesi di Scranton, USA, e da parte pentecostale, dal Rev.do Cecil M. Robeck, Fuller Theological Seminary, USA, assieme al Rev.do David Wells, Moderatore della Commissione per l’unità dei cristiani della Conferenza Pentecostale Mondiale e Sovrintendente delle Assemblee di Dio Canada. I co-segretari sono il Rev.do David Cole, Christian Unity Commission, Pentecostal/ Charismatic Churches of North America, e Mons. Juan Usma, Colombia, del PCPCU.
 
Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “Tanti in Europa pensano che la fede sia qualcosa di già visto, che appartiene al passato”. Ciò succede “Perché non hanno visto Gesù all’opera nelle loro vite. E spesso non lo hanno visto perché noi, con le nostre vite non lo abbiamo mostrato abbastanza. Perché Dio si vede nei visi e nei gesti di uomini e donne trasformati dalla sua presenza”. Così Papa Francesco ha ricordato di nuovo a tutti i battezzati che la fede cristiana si confessa e si comunica nel mondo attraverso la testimonianza, intesa non come ‘mobilitazione’ e “prestazione” di apparati e operatori pastorali, ma come riflesso del cambiamento che Cristo stesso può operare nelle vite di chi porta il suo nome. L’occasione colta dal Vescovo di Roma per riproporre il dinamismo intimo di ogni missione e di ogni opera  ..... segue
 
Moscow, September 24, Interfax - The Holy Synod of the Russian Orthodox Church has condemned the recent visit by Patriarch Bartholomew of Constantinople to Kiev.

"The arrival in Kiev by Patriarch Bartholomew and the people accompanying him without an invitation from the Patriarch of Moscow and All Russia, Metropolitan Onufry of Kiev and All Ukraine and the lawful hierarchs of the Ukrainian Orthodox Church is recognized as a major violation of the canons," according to the journals of the Synod session, which ended in Moscow on Friday.

read more
 
Benedetta Capelli – Città del Vaticano
 
La produzione, distribuzione e consumo del cibo sul Pianeta hanno generato tre paradossi, dice il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres. A dispetto del fatto che un terzo della produzione mondiale di cibo finisca nei rifiuti ogni anno, 462 milioni di persone non ne ha a tavola (le statistiche dell’Onu segnalano la cifra alla eufemistica voce “persone sottopeso”). Due miliardi di uomini e donne, al contrario, arrivano fino all’obesità (condizione patologica). Inoltre, sempre a dispetto della gran capacità di produrre alimenti, tre miliardi fra gli abitanti del Pianeta si nutre di cibo di scarsa qualità (condizione che favorisce obesità, malattie, ritardi cognitivi).
 

Ricorre il centenario della nascita di padre Aleksandr Schmemann (1921-1983), uno dei più grandi teologi ortodossi russi della seconda metà del XX secolo, nato e vissuto nell’emigrazione (dapprima in Francia e poi negli Usa), la cui eredità si dimostra oggi più che mai vitale.
 
On September 16-17, 2021, a conference on the primacy and conciliarity in Orthodoxy took place at the Church of Christ the Saviour. Participants spoke in particular about the consequences of the Patriarch Bartholomew of Constantinople’s actions trampling upon the conciliar structure of the Church and destroying her canonical order. --  Answering a question of Ye. Gracheva, presenter of the Church and the World TV talk show, the head of the Department for External Church Relations of the Moscow Patriarchate, Metropolitan Hilarion of Volokolamsk stressed, “It seems to me that a truly Orthodox person will never turn away from the Church. It can be done only by one whose religiosity is superficial, who is unable to see behind human reality the reality Divine presence in the Church, who does not feel that the Church is a space in which God lives and works.
read more