“Conosci il tuo patrimonio religioso”: quando le radici si incontrano a scuola (+ audio)

bambini scuola“Reconnecting with your religious heritage” è un progetto rivolto ai minori in età scolare, dalle elementari fino al biennio delle superiori, con l'obiettivo di riconnettere alle proprie radici fin da bambini i cittadini più giovani, favorendo così la conoscenza delle religioni ed il dialogo. L'intervista alla professoressa Nadia Scardeoni, ideatrice del progetto

Andrea De Angelis - Città del Vaticano

Sui banchi di scuola spesso la teoria si fa già pratica. L'incontro rispettoso e fecondo tra diverse culture e religioni avviene in modo naturale tra i più piccoli, che così mostrano la strada da seguire a chi insegna loro le regole della sana convivenza civile. Un concetto, questo, valido anche per il noto progetto internazionale “Reconnecting with your culture”, coordinato dalla professoressa Olimpia Niglio - vice presidente ISC PRERICO ICOMOS - insieme ad UNESCO University and Heritage. Da quel progetto, che intende dare alla cultura un ruolo centrale, indispensabile per lo sviluppo sostenibile dell'umanità, nasce oggi un nuovo progetto basato sulla conoscenza delle proprie radici religiose: “Reconnecting with your religious heritage”. Un patrimonio, quello religioso, che ,se appreso fin da piccoli, permetterà ai cittadini del futuro di saper confrontarsi in modo non solo più funzionale ad uno sviluppo globale dell'umanità, ma anche ad incontrare il prossimo rispettando il rapporto tra identità ed alterità.

Riflettere ed educare

“Questo progetto nasce anche dalle riflessioni legate alla particolare situazione pandemica che il mondo sta vivendo”. Lo afferma nell'intervista a Vatican News Nadia Scardeoni, ideatrice di “Reconnecting with your religious heritage”, iconografa e docente di Educazione artistica. Nell'illustrare il progetto, Scardeoni non nasconde un pizzico di emozione nel definire l'origine dello stesso, raccontando la natura internazionale di “Reconnecting with your culture”, legato all'esperienza in Asia ed America Latina della professoressa Olimpia Niglio. Tornando alla “sospensione delle nostre attività abituali al tempo del coronavirus”, Scardeoni sottolinea poi come “in questo tempo si sia andati più nel profondo, riflettendo sulla necessità di un nuovo umanesimo” che rimetta al centro la cultura nell'educazione dei giovani studenti.

read more